Giugno 27, 2022

ormex-confort

ormex-confort

Broker con trade minimo

Per vincere con le opzioni binarie servono, essenzialmente, tre cose: applicazione, costanza e la scelta del Broker giusto.
Tre aspetti fondamentali, spesso sottovalutati o addirittura non considerati affatto, i quali sono alla base di un trading sicuro e gratificante.

Applicazione

Applicarsi significa studio, preparazione, approfondimento e aggiornamento in tempo reale.
Non si guadagna con le opzioni binarie improvvisando sessioni di trading solo perchè sappiamo che si possono guadagnare facilmente un mucchio di soldi.

Trading binario non è una scommessa al superenalotto, ma un genere di attività finanziaria seria, con margini di guadagno e di rischio reali, che richiedono, proprio per questo, di essere affrontate con preparazione.

E’ una tendenza comune a molti giovani investitori, considerare le opzioni binarie come un facilissimo strumento di trading, e in quanto tale, che può essere affrontato anche senza conoscenze specifiche.

Vero in parte, nel senso che per diventare commercianti di opzioni binarie non servono profonde competenze finanziarie, ma occorre comunque saper leggere un grafico finanziario, saper interpretare i segnali del mercato e attuare le giuste strategie.

Non esiste nessuno, neanche il più vincente tra tutti i traders professionisti, che riesce a chiudere il 90% di opzioni binarie in vincita.
Per uscire vincenti con le opzioni binarie, è questo il segreto, è sufficiente chiudere anche solo il 51% delle posizioni “in the money”, cioè in guadagno.

Sappiamo, infatti, che con le opzioni binarie abbiamo tante possibilità di vincere quante di perdere; il 50% di probabilità di fare la previsione corretta, così come di farla sbagliata.

La costanza

Tradotto nel commercio di opzioni binarie, la costanza indica un approccio al trading misurato nel tempo, non influenzato da singoli episodi o da risultati di breve periodo, ma che guarda agli obiettivi raggiunti nel medio/lungo periodo.
In questo senso, la costanza del traders si traduce in fermezza di nervi e giusta determinazione nel raggiungere l’obiettivo finale.

Il Broker

Scegliere un Broker professionale con il quale scambiare opzioni binarie, non è difficile, ma richiede, tuttavia, un minimo di accortezza.
Vogliamo, in tal senso, tornare su di un argomento già accennato sommariamente in altri articoli presenti su questo sito, con il quale sottolineavamo l’importanza di affidare i nostri soldi a Brokers che hanno il trade minimo, cioè la cifra minima negoziabile, più bassa di altri.

Parlavamo di trade minimo e di trade demo, quando scegliere il primo e quando, invece, scegliere la piattaforma che offrisse la seconda opzione.
Due facce della stessa medaglia, caratteristiche destinate al principiante con ancora poca esperienza in fatto di opzioni binarie e in una prospettiva di apprendimento e formazione a costo ridotto (trade minimo) o a costo zero (trade con conto demo).

IL TRADE DI BASE

Il trade di base fissato dai Brokers riflette diversi fattori, e indica l’importo minimo che la piattaforma ha stabilito come minimo negoziabile..
Ci sarà senz’altro capitato di trovare Brokers che fissano tale importo in 5 Euro, altre in 10 Euro, ed altre ancora che chiedono 15 o più Euro a scambio.

Differenze a volte anche evidenti, che sono però due facce della stessa medaglia.
I motivi principali che determinano queste discordanze di costo, sono:
1) Gestione e controllo dei costi e dei ricavi
2) Strumento di fidelizzazione.

Gestione e controllo di costi e ricavi

Le piattaforme di trading non traggono profitto, contrariamente a quanto qualcuno ha ipotizzato, sulle perdite nostre e di altri operatori come noi, ma guadagnano, invece, in misura uguale alla differenza percentuale tra la percentuale di profitto offerta rispetto al 100%.
In parole semplici, una opzione binaria non restituisce mai il 100% del capitale investito, ma si limita, ecco dove sta il guadagno dei Brokers, a pagare una percentuale compresa tra il 67% e l’89% della somma impiegata.

La parte restante, la differenza, cioè, tra percentuale offerta e il 100%, è il guadagno netto della piattaforma.
Il bilancio complessivo, tra traders che vincono e traders che perdono, si chiude sostanzialmente in parità; tanti operatori vincono, e tanti operatori perdono.

Ma come fanno i Broker a controllare i loro costi e i loro ricavi?
Attraverso la gestione di questi tre passaggi:
1) Trade minimo
2) Percentuali di profitto
3) Deposito minimo

Trade minimo
Il trade minimo è stabilito per garantire un flusso di denaro sufficiente alla piattaforma, per far fronte alle spese di gestione dell’intera struttura, quali:
– Strumenti di trading
– Strumenti di analisi
– Quotazioni e notizie dai Mercati
– Aggiornamento della Piattaforma
– Sicurezza
– Formazione ed assistenza.

Percentuali di profitto

Per garantire sempre le migliori “performance” delle proprie opzioni binarie, le piattaforme ricorrono al “trade minimo” quale strumento di finanziamento.

Se guardiamo, per esempio al Broker TopOption, le buone percentuali offerte sono proprio il frutto di quanto detto fin qui.
Trade minimo fissato a 10 Euro, deposito di 100 Euro e piattaforma tra le più moderne ed attrezzate del panorama internazionale.

Strumento di fidelizzazione
Un’altro motivo che spinge i Brokers a tenere basso il “minimo di trade”, è dovuto ad una politica dei prezzi mirata a raccogliere quanti più consensi possibile, offrendo agli utenti le migliori condizioni di trading.

Il trade minimo basso, è un grosso vantaggio che le piattaforme offrono ai loro utenti, sopratutto destinato ai giovani principianti.
Quella del trade minimo è una forma di promozione destinata, verosimilmente, a traders giovani che cercano di limitare il più possibile l’esposizione al rischio, e cercano quindi Broker con meno pretese rispetto ad altri.
Deposito minimo

L’ultimo passaggio, elemento di ricavo delle piattaforme, è quello relativo al “deposito di inizio” trading.
Ogni piattaforma, così come visto per il “trade minimo”, stabilisce il “deposito minimo” in ragione degli stessi motivi.
Un deposito minimo basso, adatto alle capacità economiche di investitori meno propensi al rischio, è molto più invogliante di un deposito minimo più alto, adatto a traders con altre esigenze.

SCELTA TRA DEPOSITO PIU’ BASSO E DEPOSITO PIU’ ALTO

Una domanda legittima, arrivati a questo punto, è “perchè registrarci con Broker dal deposito più alto, quando possiamo, invece, ottenere le stesse percentuali di guadagno iscrivendoci con Broker dal deposito più basso?

La risposta va cercata nelle diverse esigenze e dal diverso stile di trading di ognuno di noi.

Ci sono, essenzialmente, tre tipologie diverse di investitori:
Traders principianti
E’ colui il quale guarda con maggiore interesse alle condizioni di “trade minimo” e “deposito minimo”.
Il principiante che si trova ancora in una fase sperimentale e di studio, guarda di buon grado a quei Broker che hanno il deposito di 5/10 Euro al massimo.
Il vantaggio di poter investire senza una eccessiva esposizione, avendo al contempo garantite alte percentuali di profitto.
Questo genere di Broker sono i più

Traders con maggiore esperienza


Questo genere di investitore non disdegna certamente la possibilità di rivolgersi a piattaforme dal trade più basso, ma guardano con maggiore interesse ad altre caratteristiche, quali i Bonus sul “deposito”, piuttosto che a migliori percentuali di guadagno.

Un Bonus sul deposito è un genere di promozione attuata da molti Brokers (vedi TopOption) e consiste in un premio in denaro in proporzione al “deposito di inizio”.

Tanto maggiore sarà quest’ultimo, tanto più alto sarà il Bonus che le piattaforme regaleranno ai loro utenti.
Ci sono alcune piattaforme, che a fronte di un deposito più alto, offrono migliori percentuali di profitto.
Tali percentuali crescono anche di un 3/4% in pèiù rispetto alle percentuali base.
Il meccanismo, anche in questo caso, è identico a quello relativo al Bonus: più alto sarà il deposito, più profitto deriverà dalle opzioni binarie.

Traders professionista

Il trade minimo è pensato, come abbiamo detto pocanzi, sopratutto per i principianti, per coloro i quali non hanno ancora esperienza e ci vogliono andare, come suol dirsi, con i “piedi di piombo”.
Il trade professionista non considera affatto questa caratteristica, ma guarda, così come il traders con maggiore esperienza, al deposito in funzione del Bonus o per garantirsi maggiori percentuali di guadagno.

Un traders professionista deposita tra i 1000 e i 5000 Euro, approfittando delle migliori condizioni di trading a lui assegnate (assistenza personale, payout più alti, strumenti di trading più evoluti, etc).

BROKER CON DEPOSITO MINIMO

Chi sceglie il deposito minimo è un investitore prudente, che sceglie la strada, a nostro avviso più giusta, che si sposa perfettamente con un trading binario intelligente.

Un principiante non deve aver fretta di guadagnare, deve preoccuparsi di accumulare conoscenza ed esperienza, investire con metodo e strategie adeguate, senza esporsi a perdite consistenti.

Con le opzioni binarie si puòà guadagnare poco ma spesso(vedi strategia dello scalping), senza investire ingenti somme.
Affidarsi, questo il nostro invito, a Broker dal deposito compreso tra i 5 e i 10 Euro, per eseguire un trading binario più cauto e con pochissimi rischi.

TRADE CON CONTO DEMO

Anche se non stiamo qui per trattare questo argomento, vale la pena accennare brevemente alla differenza tra deposito “minimo e trade” con “conto demo”.
Quasi tutte le piattaforme, tra queste ovviamente Optiontime, offrono la possibilità di usufruire di un “conto di trading” denominato “conto demo”.
In sintesi il “conto demo” è un conto virtuale, a soldi finti cioè, con il quale compiere operazioni di trading al solo scopo di verificarne il funzionamento e le diverse modalità di trading.
La piattaforma è quella reale, ma con la differenza, appunto, che le transazioni sono simulate.

OPTIONTIME E DEPOSITO MINIMO

Abbiamo più volte, nel corso di questo articolo, accennato alla piattaforma di TopOption.

TopOption, a nostro avviso, è una delle migliori strutture per iniziare a fare trading con le opzioni binarie, a condizioni vantaggiose.
La piattaforma di TopOption non ha costi aggiunti e le percentuali espresse sono nette e senza spese.
Registrazione e deposito con 100 Euro, e trade minimo di soli 10 Euro.

Evidentemente pensata per un pubblico di traders principianti, la piattaforma raccoglie sotto il suo Network centinaia di traders professionisti.